mercoledì 1 agosto 2018

Valerian e la città dei mille pianeti


Titolo originale: Valérian and the City of a Thousand Planets
Nazione: FRA
Anno: 2017
Genere: Fantascienza, Azione
Durata: 140'
Regia: Luc Besson
Cast: Dane DeHaan, Cara Delevingne, Clive Owen, Rihanna, Ethan Hawke, Herbie Hancock, Rutger Hauer

Trama:
L'agente spaziotemporale Valerian e la sua compagna Laureline vengono inviati in missione dal Ministro della Difesa nel caotico e intradimensionale Big Market del pianeta Kirian, allo scopo di mettere in salvo l'ultimo convertitore Mül rimasto. I Mül sono un popolo ritenuto estinto ma attorno al loro destino vige un misterioso segreto militare e...

Commenti e recensione:
Fin dai tempi de Il quinto elemento, Besson accarezzava l’idea di portare sul grande schermo uno dei fumetti più belli mai realizzati, quel Valérian e Laureline di Christin e Mézières pubblicato con grande successo dal 1967 al 2010. La creatività senza fine di questi due giganti è stata tale che un numero impressionante di scene di Guerre Stellari sono un plagio sfacciato del loro lavoro (provarono giustamente a fare causa a Lucas ma, anche in quegli anni e pur avendo palesemente ragione, non era facile vincere contro l'altra sponda dell'Atlantico >_<). Se noterete similitudini (prima tra tutte con il Millennium Falcon) tra questo film e mille altri che avete già visto, ricordatevi sempre che è perché sono questi ultimi ad aver copiato il fumetto!
Ma torniamo al film che è stato, in realtà, il più grosso flop commerciale dello scorso anno (e anche di parecchi precedenti). In America è stato stroncato dalla critica (c’è chi sospetta sia tutta una manovra contro i blockbuster non americani) e snobbato dal grande pubblico ma anche in casa, cioè in Francia, dove si prevedeva un incasso di 30 milioni, non ha superato gli 11. Alla fine "sembra" che sia andato in pareggio ma, per un'opera che dovrebbe essere l'inizio di una trilogia, non è proprio un partire col piede giusto. Fortunatamente Besson è quello che è (molto bravo e, ormai, anche parecchio ricco) e Valerian sopravvivrà, proprio perché non è solo un film: è il sogno di bambino che diventa realtà. Peccato solo che sia stato realizzato in un'epoca in cui non può interessare a nessuno (blockbusteristicamente parlando). I ragazzini di oggi sono troppo impegnati a dibattere sulla sequenzialità del Marvel Universe per appassionarsi ad una favola ambientalista ed umanitaria. Hanno visto troppi film di fantascienza per incuriosirsi davanti a dei buffi alieni dalla testa a uovo e gli occhi blu. Hanno le pareti della camera tappezzate di troppi attori-modelli per apprezzare la recitazione tutta in levare del sempre più bravo Dane DeHaan. Eppure, sono film come questi che bisognerebbe salvare: film che non sono (solo) figli di scelte di marketing ma puri atti d’amore. È stata una scelta egoistica, allora? No, perché io e molti altri (quasi tutti miei coetanei) lo abbiamo apprezzato. Forse è stato più un errore di target: Besson ha girato un film che è un regalo al bambino che è stato, e che siamo stati, ma non l’ha dotato della forza necessaria per resistere in questo mondo.
Ha dovuto attendere anni prima di avere budget, idee e tecnologia finalmente accessibili ma ora Luc ci delizia con un’opera maestosa che si apre con una delle sequenze più belle di sempre: l’incontro tra astronauti di varie parti dello spazio nel corso dei secoli che, di stretta di mano in stretta di mano, portano alla nascita di un mondo che ospita migliaia di specie diverse; il tutto accompagnato da Space Oddity di David Bowie! Suonata per intero! Magico! Ed in effetti è proprio sull'estetica che si fonda il vero valore aggiunto della pellicola, curata nei minimi dettagli e sublimata da colori cangianti e sfumature pastello; l'universo non è mai stato così accogliente. Un risultato visivamente incredibile e possibile solo grazie al progresso in campo digitale degli effetti speciali e della computer grafica, qui ai più alti livelli. Besson immerge a tal punto lo spettatore nel "suo" futuro da fargli scordare la realtà esterna, sprodondandolo nella meraviglia ed annullando le barriere dell'incredulità.
I difetti? Ci sono, è inutile negarlo. Nonostante la narrazione sia punteggiata da momenti memorabili (la sequenza danzante di Rihanna) si ha l’impressione che la forma consumi la sostanza. Sovrastimolato dall’abbondanza barocca delle location, tipica dell'opera cartacea, lo spettatore finisce per perdersi tra mercati che esistono in più dimensioni, pianeti che ricordano le spiagge dei Caraibi, quartieri a luci rosse (in realtà multicolori) e profondità marine. Alla fine il racconto, che porta con sé un importante e sempreverde messaggio d’amore e uguaglianza, tende a scomparire tra i glitter e le luci al neon. A complicare ancora di più le cose, l’imbarazzante sottotrama amorosa. DeHanne e Delavingne sono bravi (con questa interpretazione l’ex modella chiude bocca alle schiere di detrattori) ma vengono ridicolizzati da una scrittura che li obbliga a buffe dichiarazioni fuori dal tempo; nessun ragazzo si esprimerebbe oggi in quella maniera, figuriamoci tra migliaia di anni! La bella bionda sexy da impalmare, i protagonisti caucasici ed efficienti, i simpatici alieni primitivi da salvare: forse il problema di Valerian è che affronta certe tematiche e certe fantasie sociali come se dagli anni '80 non fosse cambiato nulla. :/
Da vedere? Solo per chi è amante della fantascienza più “fantasy”, alla Avatar o alla Star Wars, per intenderci; se siete più propensi per la fantascienza “scientifica” (in stile Moon, 2001: Odissea nello spazio o Arrival) scordatevi di apprezzalo. Perché questo è un film fantasy in tutto e per tutto; con un’ambientazione futuristica e spaziale, certo, ma sempre fantasy è! ^___^


Dati tecnici:
Audio: AC3 ITA+ENG
File Name: Valerian e la città dei mille pianeti.mkv
Codec ID: V_MPEG4/ISO/AVC
Resolution: [ Width: 720 Height: 304]
DRF medio: 19.253245
Deviazione standard: 4.565816
Frame Rate: 25 fps
Durata: 02:11:42 (7902.2 s)
Bitrate: 876.256198 kbps
File size: 1.714.382 KB
Subtitles: ITA+ENG

Screenshots:










DVD Cover: compresa nel file
Fumetto originale: parzialmente compreso nella cartella (volumi 0, 1, 2, 4, 6, 7, 8, 9, 10, 11-12 grazie a FF, 16, 17 e cinque episodi "pre-Laureline")
Cartella MeGa
https://mega.nz/#F!F4QlVAIJ!fa0tm33fwDDS-gMPGmnSTA

13 commenti:

  1. Ci ho messo davvero tanto a preparare questo articolo perché, ammettiamolo, la critica è stata certamente feroce ma per molte cose ci ha preso. Perché pubblicare Valerian, allora? Soprattutto considerando che si tratta di un titolo davvero recente, e non solo per i miei canoni? Perché non riesco a guardarlo senza avere davanti agli occhi le strepitose tavole di Christin e Mézières su cui sono cresciuto e, malgrado sia rimasto un po' deluso dal film, come tutti, non riesco proprio a non amarlo. Sinceramente mi domando cosa possano aver capito quegli spettatori che non hanno letto i fumetti ma, in verità, me lo sono sempre chiesto anche per i film di Harry Potter. ^__^

    Piccolo extra che posso aggiungere su richiesta: ho trovato alcuni volumi della serie scannerizzati ed in italiano. Non è l'integrale (non so se esista) ma è una bella carrellata sull'opera. Se può interessare, fatemi un fischio. ;)

    Carissimi amici, con (di nuovo! sarà il caldo?) un imbarazzante ritardo, ecco un film su cui so già che discuteremo nei prossimi giorni. XD
    Buon Divertimento! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che i filmoni-pupazzoni non sono molto nelle mie corde... Ma questo è tratto da Valerian!!! Mezières mi piaceva un sacco, specie quando aveva raggiunto quella maturità del tratto che univa la vena realistica alle sue origini grafiche più umoristiche. Eppoi Laureline aveva un sesappiglio micidiale (la ricordo in una sequenza vestita da mistress... veramente spaziale! Più che vestita da astronauta!) :-P
      Mi tocca proprio vederlo, anche per rendere giusto merito alla tua recensione, tanto chilometrica quanto scorrevole (metafora pericolosa in questi giorni di esodo)...
      Sempre preziose le tue proposte, vecchio Ran! Grazie.
      il vecchio zio Pietro

      ps- sulle scansioni dei fumetti faccio finta di non aver letto... e do per scontato che tu le abbia già uppate! se poi fossero tratte dagli "Albi di Orient Express" sarebbe uno stupendo tuffo nel mio passato di amante delle BD!
      ps2 - mi sembra che un'edizione integrale italiana esista ma priva del primissimo episodio, non ricordo bene...

      Elimina
    2. ^__^ Sì, in genere per i miei "brutti-ma-belli" mi faccio sempre prendere la mano per le recensioni. Sarà perché cerco di convincere, voi e me, a rivalutarli? ;)
      Le scansioni che ho trovato vengono da varie edizioni, come quella degli Albi Pilot ad esempio, e comprendono anche il n°0, Brutti sogni. Ci sono anche quasi tutte le primissime tavole "pre-Laureline", che non sono strepitose ma meritano di essere lette almeno una volta. È un peccato che non sia riuscito a trovare "Le folgori di Hypsis" e "Gli spettri d'Inverloch", che è una delle storie più belle. :(
      Mi pare di ricordare che la Gazzetta dello Sport dovesse realizzare un'edizione integrale della collana, una decina di anni fa, ma avendola già in cartaceo ed in originale non me ne interessai. Peccato, le traduzioni non erano fatte poi male e la stampa era di buona qualità. Dovrò tenere gli occhi aperti alla prossima fiera di Lucca (tanto lo spazio per i fumetti c'è sempre... XD).

      Ok, allora domattina uppo le scansioni nella stessa cartella e ricordate: se volete anche quelle in francese (edizione completa!) non avete che da chiedere! :D

      Elimina
    3. Che gaffe! Non Albi di Orient Express ma di Pilot, con quella carta ruvida che mi piaceva tanto! Chiedo venia!
      Va be', erano entrambe ottime collane!! :-)

      Ma sai che forse "Gli spettri" potrei averlo? Indago...

      In francese? Diavolo tentatore! Ci rimettiamo alla tua magnanimità, o mitico!

      Elimina
    4. Per ora ve li ho messi in italiano (tutti quelli che ho trovato, purtroppo); se qualcun'altro si accoda alla tua richiesta (o se davvero ti fanno piacere ^__^) metterò la collana completa in francese nei prossimi giorni. :D

      Elimina
    5. Io mi accodo!!! XD XD XD

      Scherzi a parte, se non vuoi intasare il blog, puoi darmi un link mega temporaneo (à propos, ma quanto pesa il tutto?) che poi cancelli.
      Comunque con calma, che fa già tanto caldo e, almeno io, non vedo ancora partenze all'orizzonte... Almeno non sto lavorando! :-)

      Elimina
    6. ^___^ Eccomi! Scusate il ritardo.
      Ho uppato tutta la serie a fumetti in francese nella stessa cartella. Comprende anche l'ultimo numero, con la fine della saga. ;)
      Buon divertimento! :D

      Elimina
    7. PS: ne esiste anche una versione in cartoni animati; si discosta parecchio dalla serie originale (per motivi che non sto qui a spiegarvi ^_^). Non ce l'ho in italiano ma merita. Se la trovate, dategli un'occhiata. :D

      Elimina
    8. Vado ad accendere un paio di incensi sul tuo altarino votivo... :-)

      Elimina
  2. Diciamo che Valerian è grande space opera d'antan (faccio pure rima: e questo "d'antan", ahimé, deve aver pesato oltre misura presso critica e pubblico. Ingiustamente, secondo me) con quelli che potrebbero pure essere considerati dei difettucci, volendo (e, magari, non da tutti), ma che però non riescono certo ad "uccidere" il film come la disavventura al botteghino potrebbe far pensare... Besson ha avuto coraggio nel portare un fumetto della golden age (o âge d'or ;-) ) su grande schermo mantenendone la mentalità "passatista" -in senso buono- e questo suo coraggio non è stato premiato, tutto qui.
    Per quanto riguarda i volumi, considerali già fischiati pure per me! ;-)

    RispondiElimina
  3. sn G R A Z I E
    ciao io lo postai in copia 1:1 appena fu presentato ;))
    ''nn capisco questo continuo confrontare fumetto/libri con i film...''
    ora, saro l'unico che vede senza confrontare i lavori, sia di lettura che di visione? (l'uno è pizza, l'altro è pasta xkè confrontarli godiamone e basta).
    saluti a tti
    p.s.
    ''i brutti ma belli'' li stai curando in modo SPECIALE, mi toccherà rileggere la Tua presentazione di ogniuno. grz.

    RispondiElimina
  4. Premesso che non ho ancora scaricato i fumetti, se hai solo quelli elencati all'inizio fatti un giro qui: https://www.mediafire.com/folder/binqgwk2kqm44/Gli_Albi_di_Pilot
    Ci sono 3,5,11 e 12...

    FF

    RispondiElimina
    Risposte
    1. °O° Ma... FANTASTICO!!! :D
      Grazie FF, con questi si aggiungono gli spettri di Iverloch e le folgori di Hypsis!!
      E inoltre, poter riavere tutta la serie completa degli albi Pilot è davvero moooooolto apprezzato. :D

      EDIT: Ho aggiunto ai file nella cartella i due bellissimi episodi (di fatto, una storia completa). Grazie FF!! :D

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...