venerdì 1 luglio 2016

L'ultimo inquisitore


Titolo originale: Goya's Ghosts
Nazione: Spagna
Anno: 2006
Genere: Drammatico, Storico
Durata: 117'
Regia: Milos Forman
Cast: Javier Bardem, Natalie Portman, Stellan Skarsgård, Randy Quaid, Michael Lonsdale

Trama:
Attraverso gli occhi del grande pittore spagnolo Francisco Goya gli ultimi anni dell'Inquisizione Spagnola e l'invasione del paese da parte delle truppe napoleoniche fino alla restaurazione della monarchia spagnola. Anche la musa ispiratrice del pittore, Ines, viene accusata di eresia e rinchiusa in prigione dove incontrerà fratello Lorenzo che abuserà della sua ingenuità per sfruttare il proprio potere ecclesiale.

Commenti:
L’opera di Milos Forman, già autore di Amadeus, Man on the moon e Qualcuno volò sul nido del cuculo, si presenta quasi come un documentario storico sul periodo dell’Inquisizione Spagnola, che ebbe origine nel XV secolo e che fu abolita definitivamente nel 1834. Tuttavia Forman non ha mai avuto l’intenzione di girare un film storico quanto piuttosto di ritrarre, con il linguaggio cinematografico, quei mostri rappresentati nelle Pinturas Negras e che si nascondono tanto all'ombra dei regimi, quanto negli oscuri anfratti della democrazia.
Malgrado ciò, tanto per cambiare, il titolo originale è stato per l'ennesima volta sotrpiato dalla distribuzione italiana, spostando l'attenzione dello spettatore sul personaggio sbagliato! Guardare il film con quest'ottica significa ridurlo ad un semplice, anche se spettacolare ed elegantissimo, docudrammone/feuilleton e sarebbe un grave errore. Questo spiega tra l'altro il preché di un successo di critica nell'insieme abbastanza tiepido: in molti non hanno assolutamente capito cosa stavano guardando.
Il protagonista è e rimane Goya, l'artista che "vede" quanto lo circonda ma che, in realtà, non ha assolutamente i mezzi per modificare nulla. Può criticare, sbeffeggiare addirittura, ma alla fine, proprio come Salieri che era solo un "orecchio", lui è un occhio privo per definizione di capacità manipolative. Dopotutto non "vede" nemmeno chiaramente la realtà ma ne percepisce solo i suoi fantasmi: Goya's Ghosts. E allora i protagonisti diventano proprio loro: i fantasmi che Goya vede attraverso le cose e non le cose stesse. Forman non è nuovo a simili artifizi, anzi tutta la sua produzione ne è piena e non riesco ancora a capacitarmi della superficialità dei tanti "critici" che non se ne sono accorti. Ripensando ai titoli di testa di "Man on the Moon", dove Kaufmann spiega chiaramente di essere l'autore del film e trasforma con quella semplice frase tutto lo spettacolo da semplice biografia descrittiva ad opera artistica dello stesso personaggio, qui la chiave è addirittura nel titolo. Cos'altro vi serviva? >_<
Detto questo, è vero che questo film è un tale miele per gli occhi (con non pochi pugni nello stomaco, a essere sinceri, ma giustificati dal contesto) che può essere necessaria più di una visione per distrarsi dall'approccio puramente estetico per coglierne i veri messaggi. Un po' come il turista che, pur sapendo che ancora di più è nascosto dietro la semplice bellezza delle architetture, a Venezia "spreca" sempre il primo giorno semplicemente girando col naso all'insù. Tecnicamente si tratta di un capolavoro, prevedibile visto lo spessore e la maestria dell'autore, con una fotografia da antologia e delle interpretazioni magistrali ma la vera stella è indubbiamente, ancora una volta!, una grandissima Natalie Portman. In un film in cui tutti hanno almeno due facce lei ha addirittura due ruoli, entrambi difficili e complessissimi. Se anche il film fosse una cavolata (e non lo è, credetemi), meriterebbe comunque di essere visto e rivisto solo per la sua prestazione: fantastica! :D


Dati tecnici:
Audio: AC3 ITA+ENG
File Name: L'ultimo inquisitore.mkv
Codec ID: H.264/MPEG-4
Resolution: [ Width: 720 Height: 384]
DRF medio: 18.878537
Deviazione standard: 3.714781
Frame Rate: 25 fps
Durata: 01:49:50 (6590.04 s)
Bitrate: 1009.503868 kbps
File size: 1.536.893 KB
Subtitles: ITA+ENG

Screenshots:







DVD Cover: compresa nel file
Cartella MeGa
https://mega.nz/#F!So1wgRRQ!sMsf2yAU5JP8u31TSehVfA

9 commenti:

  1. Dopo una pausa così lunga non potevo proprio presentarmi con una stupidatina; eccovi quindi l'ultima opera di Forman che, per quanto non proprio allegrissima ^__^, è sicuramente un capolavoro.
    Come ho già scritto altrove, sono stato per un po' di tempo fuori sede ma ho potuto approfittare dell'occasione per sfruttare la linea internet dei miei ospiti e caricare una buona dozzina di titoli. Questo vuol dire che, per qualche settimana, dovrei essere in grado di condividere con una frequenza discreta.
    Oppure, se verrò sopraffatto dalla pigrizia, può voler dire che per i prossimi quattro mesi sono a posto. XD
    No, prometto che ce la metterò tutta ma non picchiatemi se ricadrò nelle mie pessime abitutini. ;)

    Carissimi amici, ammirate con me questa strepitosa Portman che riesce a mettere in secondo piano persino la strepitosa maestria di Forman. Non è qualcosa che capita spesso. Buon divertimento! :D

    RispondiElimina
  2. Oh, era ora!

    Proposta indubbiamente molto interessante, oltre che per me inedita. Mi intriga soprattutto per l'introduzione che ne hai fatto, sottolineando la centralità del pittore e della sua opera. Difficilmente inserito nell'Olimpo dell'Arte, Goya seppe far convivere due aspetti della sua personalità artistica (come dici sopra): il manierismo della sua ricca vena di ritrattista "di corte" e il lato prettamente impressionista, moderno e precursore di stili a venire, tipico delle sue opere più libere e mature.
    Il vecchio zio Pietro.

    ps- comunque, non credere che con una chicca riesci a farti perdonare queste inerzie che in via teorica dovrebbero essere proverbialmente nelle mie corde! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Zio Pietro, ero abbastanza sicuro di questo film ed è per questo che l'ho postato come primo di questa serie.

      ps- ^__^ Ne dovrai fare di strada prima di riuscire a competere con la mia attuale pigrizia. XD

      Elimina
    2. Pigrizia? Inerzia? Ma dai, lo sappiamo, che è è tutta una strategia concordata per aumentare l'attesa del titolo che verrà, volta per volta: Ran vs BVZP... chicca contro chicca! ;D

      Elimina
    3. ^___^ Beccati!!! XD

      Elimina
  3. Wow,che bel film che deve essere...e se poi è abbinato ai capolavori pittorici di Goya ancor di più.Lo scarico subito,grazie Ran che ancora una volta proponi un'opera degna di essere gustata in tutta la sua bellezza (compresa la Portman che a mio piccolo parere è una grande attrice).Un saluto e Buona Domenica a tutti gli amici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina, buon divertimento e buona domenica anche a te. :D

      Elimina
  4. bella proposta ma una volta compattato mi da errore nello scompattamento rar potete verificare grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai provato con 7Zip?
      Ora cerco di scaricarlo per un controllo ma non dovrebbe avere questi problemi. Per favore, fammi sapere.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...